I Racconti Dello Stomaco

Il mondo con gli occhi e la fame di un gastronauta

La Cascata del Piantone: un’escursione breve nel territorio di Marzabotto

La Cascata del Piantone è un sito affascinante ma decisamente poco conosciuto sui monti di Marzabotto a pochi chilometri da Bologna. Si raggiunge con un trekking breve ma abbastanza difficile per cui è consigliabile attrezzarsi con calzature adatte e prestare molta cautela per il rischio di scivolate.

Il punto di partenza del percorso si raggiunge percorrendo la strada statale Porrettana e, superato il centro abitato di Marzabotto, svoltando a destra e seguendo le indicazioni per Venola. Fatti pochi chilometri in salita si deve parcheggiare nei pressi del bivio per via Miana (indicata su Google Maps). Da qui si procede a piedi su un comodo sterrato seguendo le indicazioni per Podere Boverara. Questo primo tratto offre anche bellissimi scorci panoramici verso la valle del Reno e Monte Sole.

Proseguendo invece si entra nel bosco e la strada scende ripida finchè, 50 metri prima della sbarra che segna l’ingresso del Podere, si trova il sentiero per la cascata del Piantone che scende a destra, contrassegnato da un segnale rosso (non molto visibile) dipinto su un albero (vedi foto).

Qui inizia la parte difficile: il sentiero infatti scende quasi da subito ripido nel bosco con un fondo parecchio scivoloso specialmente in caso di pioggia. In questo tratto inoltre bisogna prestare attenzione alla segnaletica che resta sempre poco evidente.

La discesa termina sul greto del torrente che va risalito per qualche metro fino ad incrociare un sentiero che sale ripido a sinistra poco prima di raggiungere la base della cascata. Arrivare alla base del salto è possibile ma sconsigliato dato che la zona è caratterizzata da pareti instabili e fondo sconesso e scivolo. Perciò bisogna seguire il sentiero in salita che, in poco tempo, conduce ad una terrazza naturale affacciata sul salto principale alto circa una venticinque metri. La portata d’acqua è piuttosto variabile perciò la primavera è sicuramente il periodo migliore per ammirare la Cascata del Piantone.

Il ritorno è sullo stesso sentiero e l’intero tragitto si compie in circa un’ora e quaranta minuti (con sosta alla cascata).